Devi sempre pianificare il peggio per far parte del 5% che guadagna in Borsa

La gestione delle perdite è fondamentale per durare nel mercato azionario o nel Forex!

La gestione delle perdite deve far parte del tuo piano prima di andare sul mercato a fare investimenti.

Il capitale che hai a disposizione per fare investimenti sul Forex o in Borsa che è depositato presso la tua Banca o Broker è il tuo Business ed è anche la chiave di tutto.

Senza capitale niente Business degli investimenti.

Che succede se con 3 o 4 perdite dimezzi il capitale?

Perdere il capitale o diminuirlo in maniera tale da non poter fare più investimenti porta il 95% delle persone all’uscita dal business.

La parte di gestione delle perdite è trascurata e data per scontata dalla maggior parte degli operatori che si concentra solo sull’analisi tecnica.

E’ incredibile vedere come la gente si lamenta per 10€ di commissioni in più sulla compravendita di azioni applicate dalla Banca o 10€ al mese per una piattaforma professionale e non si lamenta quando perde 3.000€ perché aveva acquistato azioni su consiglio di un amico che magari di trading non ne sà nulla.

Sulla gestione del denaro: meglio lavorare in difesa o in attacco?

Io personalmente lavoro in attacco, perché so’ che le perdite ci saranno quindi dovrò essere bravo io a gestirle per fare in modo che non vadano ad intaccare il mio capitale e che siano facilmente recuperabili in pochissimo tempo.

Allora, quale domanda mi pongo prima di investire?

“Quali sono i rischi che prenderà il mio capitale in caso di perdita?”

Piuttosto che chiedermi quanto guadagnerò se guadagnerò!

Il capitale aumenta costantemente solo per chi è bravo a mantenere piccolissime le perdite.

Il mercato non ammette errori!

Basta una grande perdita per passare giorni, settimane o mesi a cercare di recuperarla. Questo diventa snervante, stressante, noioso, demotivante ed inutile. Ma questo è ciò che fa’ il 95% delle persone!

Aumentare il capitale costantemente vuol dire avere un piano di protezione della perdite e un piano di crescita.

Allora, come si gestisce il capitale?

Ci sono diversi modi ed il mio preferito è quello di stabilire una perdita fissa oltre il quale non andrò durante la giornata, questa perdita non influirà sul capitale e sarà facile da ricostruire nei giorni successivi. Se raggiungo la perdita chiudo tutto e si vedrà il giorno dopo.

Non c’è né sofferenza e né stress, perché è tutto sotto controllo e non ci sono sorprese.

Se si usa la leva sarà facilissimo perdere tantissimo in poche operazioni ecco perché non uso la leva.

Le mie perdite devono poter essere ricostruite in pochi giorni, altrimenti si entrerà in un vortice di recupero da cui sarà molto difficile uscire.

Un esempio pratico?

Diciamo che ho perso per 3 volte di seguito 100€ in ogni investimento, quindi 300€ in totale, mentre negli investimenti successivi ho guadagnato 250€ nel primo e 373€ nel secondo, alla fine sarò in positivo di 323€.

Come si calcola la perdita massima consentita in ogni investimento?

Spiego tutto nel dettaglio in “Trading senza paura” perché nel calcolo delle perdita ci sono da aggiungere le commissioni e le tasse.

Tuttavia, secondo alcuni calcoli che è inutile spiegare in questo momento, è buona abitudine non rischiare mai più del 5% dell’intero capitale in ogni investimento.

Questo vuol dire che se si aprono 3 investimenti contemporaneamente la perdita complessiva non dovrà superare il 5% del capitale.

Ma ovviamente la percentuale di rischio dipende anche dal tasso di successo di una strategia: se si ha il 70% di successo si può utilizzare il 5% se si hai il 60% di successo è meglio rischiare il 3% e così via.

Ovviamente dipende anche dal capitale a disposizione perché l’1% di un capitale di 10.000€ corrisponde a 100€ mentre per un capitale di 2.000€ corrisponderebbe a 20€ troppo poco quindi in quesi casi è necessario aumentare il rischio perdita.

Conclusione sulla gestione delle perdite

Aspettati la perdita in ogni operazione, controllala, si pronto ad uscire con una perdita stabilita mai superiore al 2-3% del capitale (a seconda della tua percentuale media di successo), accertati che sia più piccola possibile e soprattutto recuperabile e vivi tranquillo.

Questo business è fatto di numeri e allenamento, né di talento, né di genio, né di bravura, chiunque può imparare da zero.