Ancora nuove operazioni a gennaio

Caro lettore in questo articolo riporto ancora altre operazioni che era possibile trovare con la strategia illustrata nel corso.

Azimut +14%

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dea Capital +4%

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le regole sono sempre le stesse e si ripetono all’infinito.

Il rischio e la perdita vale sempre la candela.

Alcune opportunità di inizio anno

Il modello è sempre lo stesso, ogni investimento in borsa non è mai sicuro al 100% per cui si programma sempre un rischio calcolato, ed ecco alcune opportunità di inizio anno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Molte persone quando investono hanno l’ansia ed è normale se NON si sà cosa si stà facendo, se le perdite sono incontrollate e poi bisogna sperare in un miracolo.

Questo modo di operare più professionale è diverso perché la perdita è nota prima di investire ed è una perdita che non inficerà sul capitale, ma soprattutto permette di capitalizzare le diverse opportunità di mercato che si creano giorno dopo giorno.

Un altro elemento importante è il Piano di Investimento e grazie ad un piccolo trucchetto che svelo nel corso è possibile avere a fine giornata una lista di titoli da tenere sotto controllo pronti ad esplodere senza dover fare molte ricerche senza dover passare in rassegna tutti i 300 titoli del listino azionario ogni sera.

Non basta conoscere l’esca, bisogna poi andare a pesca

Il 95% delle persone vuol conoscere tutti i trucchi sulla Borsa, complicate strategie di analisi tecnica e sistemi robotizzati di trading che poi alla fine non servono a niente.

Il segreto non sta nella tecnica ma nella costanza con cui si va a pesca una volta che si è imparato a pescare.

E’ un po come apprendere una tecnica infallibile per pescare il salmone ma poi non riuscire ad andare a pesca.

Ultimamente, un mio amico mi ha detto: “Ma dove hai trovato questo titolo S.S. Lazio?“. In 2 giorni ha segnato quasi il 20%.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Io ogni sera apro la mia piattaforma di Borsa e “vado a pesca” vado alla ricerca di quei pesci che hanno le caratteristiche che più mi piacciono. Poi organizzo la mia esca e la mia canna da pesca e provo a tirare su il pesce, faccio i miei calcoli di rischio in caso di perdita dell’esca o della canna, ma faccio in modo di non perdere mai la barca.

Il 95% della gente crede che i soldi piovano dal cielo, che tutto sia automatico, che non bisogna calcolare nulla e che non bisogna fare nulla. Questo tipo di attività dove si ottengono soldi facili e non si fa’ nulla non è né trading azionario né investimenti in borsa.

Anche quando lavoravo in banca o per intermediari finanziari era opportuno calcolare precisamente le perdite e valutare i rischi, anche per le banche ed i più grandi speculatori i soldi non piovono dal cielo, al contrario di ciò che si pensa.

Anche nel campionato Top Trader ho visto i traders che hanno guadagnato il 500% calcolare il rischio ammesso per ogni singola operazione con la calcolatrice alla mano, quindi nessuna scommessa tipo “gratta e vinci”.

Un mio amico multimilionario dice sempre: “La Borsa non è Babbo Natale, i regali devi andare a prenderteli, non ti arrivano a casa da soli. Più stai fermo e più non ti arriva nessun regalo.“.

Come avere sempre un vantaggio sul mercato

E’ risaputo che “Il Banco vince sempre”!

Tuttavia, tutti i più grandi investitori hanno sempre un vantaggio sul mercato che giocano costantemente a proprio favore.

Ipotizziamo di avere un capitale di 30.000€ ed un’operazione come questa:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

So che questo tipo di operazioni portano ad un buon guadagno, ma è anche vero che la REGOLA N°1 dice che “Nessun investimento è sicuro!” quindi devo accettare un rischio di perdita.

Decido di non perdere più di 500€ a fronte di un guadagno di oltre 3.000€ che ottengo in 4 giorni.

Nel corso potrai comprendere meglio perché 500€ è una perdita accettabile in base al capitale impiegato.

Quindi ho rischiato 500€ e guadagnato 3.000€ con un capitale di 30k.

Questo è il cosiddetto rapporto rischio/rendimento di una strategia d’investimento e rappresenta “il vantaggio rispetto al banco” ecco perché se fai parte del 5% che guadagna in borsa, sai che non è vero il proverbio “Il banco vince sempre“.

La chiave della cassaforte. Passare da 10.000€ a 1.000.000€ è possibile?

L’abilità N°1 negli investimenti in Borsa è: il Money Management.

Gestire il rischio di perdita e le perdite in maniera ottimale è importante tanto quanto la parte psicologica, ovvero la capacità di mantenersi disciplinati, rispettare le regole ed essere costanti ogni giorno.

Il Money Management è l’elemento più trascurato dagli inesperti che si concentrano solo sui profitti e sull’Analisi tecnica.

Ma per ottenere performance straordinarie e rientrare a far parte del 5% vincente, bisogna avere una strategia di difesa in quanto questa è una guerra tra voi e gli altri concorrenti che aspirerebbero a prendere i vostri soldi.

Quindi sapere come gestire il tuo capitale deve essere parte del tuo corso di Borsa prima di fare investimenti veri in Borsa, minimo occorrono da 3 a 6 mesi di allenamento intensivo perché è come nel bodybuilding.

A cosa serve il Money Management e perché è importantissimo

Il capitale depositato sul vostro conto è l’elemento chiave del vostro trading o investimento, quindi è il vostro business perché se lo perdete o se si diluisce al minimo non potrete fare più nessun investimento e verrete automaticamente eliminati dal gioco.

Ogni euro è prezioso e sono sempre sorpreso di come la gente si lamenti del costo dei sacchetti per la frutta da 0,10 cent mentre lascia poi gestire i propri risparmi a gente che non ne sa nulla di Borsa e investimenti, la considerazione dei rischi di perdita è la regola N°1 per il 5% dei trader che lavora in difesa.

[NESSUN INVESTIMENTO E’ SICURO AL 100%] quindi la domanda da porsi prima di investire in azioni è: “Quali rischi sto’ prendendo per il mio capitale?” piuttosto che “Quanto guadagnerò se rischio il mio capitale?”.

Pianifica sempre le possibili perdite per massimizzare le tue entrate. Personalmente ho visto sempre il trading in questo modo!

Il Money Management è fondamentale per rimanere sul mercato a vita

Il trading non ti perdonerà per qualsiasi errore. Puoi guadagnare denaro per 20 anni e perdere tutto in 20 secondi se si usano leve troppo forti rispetto al proprio conto, in questo modo può anche saltare il conto in un solo giorno.

Per preservare il mio capitale applico una gestione troppo ristretta e rigorosa. Non perdere soldi è molto più importante che vincere. Tutti possono fare soldi ma, basta sfogliare i forum sul mercato azionario, ci sono traders che hanno guadagnato il 200% nella settimana. 2 settimane dopo, 2 mesi dopo non ce ne è alcuna traccia, non perché sono diventati milionari, ma perché una brutta giornata ha rastrellato via tutto il loro capitale perché non hanno applicato il Money Management.

Diverse strategie di Money Management

La gestione del denaro deve essere adatta al tuo capitale. Il modo più semplice è impostare un limite di perdita del capitale. Personalmente mi sono sempre fissato un limite di perdita giornaliera in euro. Al raggiungimento di questo limite chiudo il computer e ritorno il giorno successivo.

Questo consente di controllare le perdite sempre e quindi avere una massima efficienza senza brutte sorprese.

Il concetto di questo tipo di Money Management è quello di accettare una perdita specifica che non metterà mai in pericolo il tuo capitale.

In questo modo è possibile ricostruire il tuo capitale in pochissimo tempo e pochissime operazioni. E’ possibile non perdere il controllo della situazione, non soffrire più, non rischiare di scomparire dal mercato.

Il 95% della gente quando sta’ perdendo….aspetta il miracolo!

Stabilire una cifra da perdere in ogni operazione è un altro segreto per mantenere le perdite piccole e poterle recuperare con una o due soddisfacenti operazioni.

Se ad esempio si chiude un giorno in perdita si dovrà essere in grado di recuperarla in 1 massimo 2 giorni. Dopo 3 giorni, diciamo una settimana nel peggiore dei casi, il capitale viene ripristinato. Abbiamo appena perso tempo, ma non denaro.

Naturalmente affinché tutto questo funzioni è necessario avere una strategia che permetta di guadagnare nel 70% dei casi o una strategia che permetta di guadagnare anche nel 40% dei casi ma con un rapporto rischio rendimento molto alto, ovvero perdo poco quando perdo, ma guadagno moltissimo quando guadagno.

Se hai meno del 70% di successo, potrebbe essere necessario prendere in considerazione la formazione e rivedere la strategia di entrata e uscita su un investimento!

Conclusione sulla gestione del denaro:

Devi trovare una gestione del denaro adatta al tuo capitale. Devi sempre pianificare il peggio per far parte del 5% che guadagna in borsa.

1° Regola: Nessun investimento è sicuro al 100% ricordalo sempre! 2° Regola: rispetta la prima!

…e rimarrai anche tu sul mercato a vita.